Le Cat e Dog Sitter

La nostra Passione, la vostra Sicurezza!

Ciao! Accedi o registrati

I cani hanno la percezione del tempo? Ecco come vivono la tua assenza

La percezione del tempo negli animali e quindi anche nei cani è differente rispetto a quella umana, questo spiega i loro comportamenti.

Questo dato è interessante perché permette di comprendere come vivono gli animali e anche in che modo sono in grado di percepire l’assenza del loro padrone.

Cani percezione tempo
Come percepiscono il tempo i cani

Dopo una breve passeggiata di pochi minuti il cane sembra pazzo di gioia, come se foste tornati a casa dopo anni, questo è del tutto normale e riguarda proprio tale caratteristica.

Percezione del tempo nei cani: come avviene

Per l’essere umano lo scorrere del tempo è segnato da una convenzione sociale quindi con minuti, secondi e ore. È possibile misurare un quantitativo di tempo proprio grazie a questo elemento.

Senza orologio, anche per un umano non è così facile capire quanto tempo sia passato con certezza ma ha comunque la percezione di un tempo lungo o breve, dato ovviamente dalla capacità di ragionamento e anche dalla percezione degli elementi ambientali.

Cani felici di rivedere il padrone
Come vivono l’assenza i cani

Per i cani questo meccanismo non c’è, non vi è alcun elemento socialmente condiviso che permette di stabilire le tempistiche esatte e quindi è chiaro che funziona tutto in modo diverso. Per loro quindi si può ricondurre tutto a tanto tempo o poco tempo. Quando immaginiamo che il cane sia abitudinario e quindi in grado di sapere a che ora torna il padrone ogni giorno oppure a che ora si fa la pappa, commettiamo un errore.

I cani non possono percepire l’orario quindi il loro conoscere in anteprima certe cose è dato da una precisa percezione di fattori che invece a noi sfuggono. Ad esempio se prima di consumare il loro pasto, vedono la preparazione oppure un determinato movimento, lo assoceranno alla gratifica successiva che ne consegue e basterà anche un solo dettaglio per dare avvio al meccanismo che li rende impazienti di ricevere il cibo.

Questo vale anche quando attendono il padrone che torna in casa, sentono benissimo i passi o il rumore dell’auto da lontano e quindi conoscono in anticipo, rispetto agli umani presenti, che la persona sta rincasando.

La cosa divertente per tutti è sicuramente leggere le reazioni dei cani quando ci si allontana. Non avendo una percezione meticolosa delle tempistiche ma qualcosa di molto vago, possono anche pensare facilmente che il padrone si sia allontanato per molto tempo.

Questo spiega perché dopo il lavoro i loro festeggiamenti al rientro sono degni di un re e perché sono sempre così gioiosi di rivedere la persona anche se questa è uscita di casa solo per andare a buttare un attimo la spazzatura. Forse è proprio questo a renderli così speciali.

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Tipo Servizio